Complesso residenziale a Jeddah Ceramiche Caesar, Piastrelle, lastre e soluzioni tecniche in gres porcellanato

810_7539.jpg 810_7539.jpg DJI_0001.jpg DJI_0002.jpg 810_6618.jpg 810_7770.jpg 810_9010-HDR.jpg

Complesso residenziale a Jeddah

Situata lungo le sponde del mar Rosso, Jeddah è la seconda città più grande della nazione che è diventata il crocevia dei flussi economici degli ultimi anni: l’Arabia Saudita. Fascino orientale e alta qualità ceramica si fondono in un complesso residenziale di Jeddah.

Le sfumature cromatiche della collezione Trace di Ceramiche Caesar sono state scelte per arredare i pavimenti e i rivestimenti delle piscine esterne all’interno di un complesso formato da quattro ville progettate dallo studio UDG (Urban design Group) come estensioni della villa già esistente e recentemente completata dallo stesso studio. UDG è un’azienda di interior design e architettura fondata a Jeddah da Veronica Kappes e Omar Abudawood, con esperienza in immobili residenziali, commerciali e retail di alta gamma. Lo stretto lembo di terra disegnato dal Mar Rosso è utilizzato dal progettista, l'architetto capo Vincenzo Provenzano, in modo da dare a tutte le ville una vista privilegiata sul mare: due ville, di un piano ciascuna, sono state costruite sulla spiaggia con le loro piscine private, mentre le restanti due ville si trovano su una collina artificiale che nasconde tutte le strutture tecniche. In questo caso le piscine private sono posizionate al primo piano, come un posto speciale dove godersi splendidi tramonti. Il grès porcellanato effetto metallo nella colorazione Mint declinata nei formati 60x60, 30x30 cm , insieme a tagli personalizzati e al decoro Cover 30x60 cm, ha conferito agli spazi outdoor una suggestione artigianale e, al tempo stesso, una visione di design estremamente moderna e cosmopolita.

Dal nostro magazine

Nuova domesticita
28 aprile 2020

Una nuova domesticità per un nuovo mondo: Caesar c’è

Ci risveglieremo in un mondo diverso. Dopo che l’emergenza Covid sarà rientrata e i rischi attenuati, non torneremo rapidamente alla situazione di prima: una nuova normalità ci accompagnerà per i prossimi mesi, fino alla scoperta del tanto sospirato vaccino, e forse anche oltre, perché alcuni nuovi comportamenti verranno acquisiti in forma stabile. Ci accorgeremo che certi cambiamenti, adottati in virtù dell’urgenza, hanno migliorato le nostre vite, o hanno reso più sostenibile l’uso che facciamo delle risorse naturali e il nostro essere parte di un ecosistema.

Leggi tutto