La Casa di Fausta Ceramiche Caesar, Piastrelle, lastre e soluzioni tecniche in gres porcellanato

038 007 018 024 032 030 017

La Casa di Fausta

“Quando si lotta per qualcosa di importante bisogna circondarsi di persone che sostengono il nostro lavoro”: è con queste parole che la scrittrice e psicanalista statunitense Clarissa Pinkola Estès, nel 1993, descrive il coraggio di vivere e di affrontare nuove sfide. Un leitmotiv che sembra rivive nel lavoro quotidiano di ASEOP, l’Associazione Sostegno Ematologia Oncologia Pediatrica, creata nel 1988 presso la Sala del Consiglio della Direzione Generale del Policlinico di Modena da un gruppo di genitori di bambini affetti da patologie oncoematologiche insieme alla Professoressa Fausta Massolo (1935-1999), fondatrice dell’Oncoematologia pediatrica a Modena e uno dei pionieri di questa disciplina a livello nazionale.

 

Un gesto passionale e di impegno civile che da anni sostiene la ricerca e la cura, fornisce un punto di riferimento competente e solidale alle famiglie e ai bambini colpiti dalla malattia, rispondendo ai loro dubbi, nonché difendendo i loro diritti.

Impegno che, in seguito alla grande affluenza registrata presso il Dipartimento Materno infantile dell’Azienda Ospedaliera di Modena, è sfociato nella necessità di realizzare una struttura dedicata, che potesse essere adiacente al polo ospedaliero modenese per consentire un collegamento diretto con i centri di cura e scambiare rapidamente informazioni, offrendo un elemento di rassicurazione per le famiglie.

Ed è con questo spirito che nasce La Casa di Fausta, vera e propria casa di accoglienza progettata e realizzata con lo scopo di offrire un’assistenza globale e di supportare le famiglie in tutto e per tutto, sia da un punto di vista sia economico, sia psicologico, garantendo a ogni bambino malato il diritto alla propria infanzia attraverso la riproduzione di un contesto familiare che consenta di percorrere il cammino della terapia in un clima di serenità.

Costituita da 13 nuclei abitativi indipendenti, da una biblioteca, da un’area ludica interna e una esterna, da una palestra per la riabilitazione motoria e da due uffici, La Casa di Fausta è una struttura prefabbricata in legno basata sui più moderni criteri antisismici, di bioedilizia e di risparmio energetico pensati e sviluppati dall’azienda Wolf Haus di Vipiteno (BZ), da 50 anni attiva nel settore.

La Casa di Fausta ha rappresentato un richiamo sociale al quale Ceramiche Caesar non poteva non rispondere, trattandosi di un progetto legato al territorio su cui fonda le proprie radici e soprattutto di fondamentale importanza sia per l’intera rete ospedaliera, sia per un tessuto umanitario di inestimabile valore.
Attraverso la donazione dei propri prodotti, Caesar ha contribuito ad arredare aree interne ed esterne della struttura coniugando le necessità progettuali al bisogno di costruire ambienti accoglienti e dal sapore familiare, oltre che garantiti in termini di sicurezza e rispetto dell’ambiente.

Forza unita all’estetica, materia e decorazioni in grado di evocare emozioni profonde, la serie Feel ha caratterizzato pavimenti e rivestimenti indoor dell’edificio attraverso i formati più classici del 60x60 cm e del 30x60 cm, mentre i listelli 11x60 cm sono stati utilizzati per il rivestimento dei bagni.
Coordinata nei formati appena citati, la collezione Wide ha caratterizzato gli spazi indoor e outdoor attraverso leggeri passaggi cromatici volti ad esaltare il fascino autentico del cemento dal gusto industriale in chiave ceramica, sposandosi appieno con i canoni stilistici contemporanei.
L’ispirazione alla pietra naturale, espressa attraverso una varietà grafica e cromatica unica, caratterizza la gamma di Walk-on applicata in esterno per garantire naturalezza alle superfici.

Anche per le destinazione d’uso più tecniche Caesar ha potuto offrire il suo contributo e ha vestito con eleganza e praticità anche la scalinata interna. Dual Step, posato nel formato 33x60 cm nella seducente colorazione Silver Gray della collezione Roxstone, è infatti parte integrante del progetto Aextra20, il sistema di lastre monolitiche in gres porcellanato perfettamente squadrate e rettificate di spessore 20 mm, con finitura superficiale antiscivolo, che la divisione CaesarTech ha da tempo messo a punto per garantire il miglior connubio estetico e funzionale anche alle aree esterne.

Dal nostro magazine

DSCN4771
15 gennaio 2021

Non solo pavimenti - Le nuove forme della ceramica

Quando si pensa al gres porcellanato, l’associazione a pavimenti e rivestimenti è immediata: da sempre questo materiale è tra i più apprezzati per la sua funzionalità, estetica ed incredibile versatilità, ed è frequentemente impiegato nella progettazione di abitazioni private o aree adibite al pubblico, come esercizi commerciali o luoghi dedicati all’hospitality.

 

E proprio a proposito di versatilità… sapevate che la ceramica può essere utilizzata per arricchire e personalizzare complementi d’arredo?

Proprio grazie alle sue caratteristiche estetiche e tecniche eccellenti, il gres porcellanato è divenuto in poco tempo un materiale estremamente in voga per rivestire e arricchire progetti di arredo, creando una piacevole continuità cromatica con i pavimenti e i rivestimenti.

 

Se siete alla ricerca di idee e ispirazioni per decorare i vostri interni, eccovi qualche esempio!

Leggi tutto
Cover Video Natale
24 dicembre 2020

Buone feste da Caesar

Si conclude un anno pieno di sfide e di stimoli, un anno che ci ha spinto a fronteggiare situazioni mai sperimentate e a rinnovarci, mettendo sempre al primo posto la sicurezza delle persone. Rivolgiamo uno sguardo pieno di fiducia al futuro, pronti a cogliere insieme le nuove opportunità. Auguri di Buone Feste da Caesar.

Leggi tutto
bagno nero atlante
03 dicembre 2020

Look marmo - un classico contemporaneo

Oggi più che mai, in un periodo di incertezza, avere una dimora che assolva il ruolo di rifugio accogliente e che sia al contempo espressione della nostra personalità e dei nostri bisogni è davvero importante.  

Rinnovare e ripensare i propri spazi, tuttavia, si rivela spesso un’impresa tutt’altro che semplice.

Il ritorno ciclico di tendenze, mood specifici e la conseguente reinterpretazione di stili e influenze del passato in chiave attuale, sono dinamiche che appartengono da sempre al mondo della moda, ma che anche l’interior design ha successivamente accolto e interpretato con estrema naturalezza: è sempre più frequente imbattersi in progetti residenziali o commerciali in cui i confini tra classico e contemporaneo sono tutt’altro che definiti, aprendo la strada a contaminazioni ed eclettici mix di tendenze – ed epoche – apparentemente agli antipodi.



Leggi tutto